UniCredit non vede svalutazioni per Russia né sul 2014 né sul 2015 -Ceo

martedì 16 dicembre 2014 18:11
 

MILANO, 16 dicembre (Reuters) - UniCredit non prevede accantonamenti a fronte della situazione che sta maturando in Russia con la pesante svalutazione del rublo né sul 2014 né per l'anno prossimo.

Lo ha detto il Ceo Federico Ghizzoni nel corso del briefing dopo il Cda odierno.

"Non sono attese svalutazioni per la fine di quest'anno né per il prossimo", ha detto Ghizzoni.

"I risultati 2014 sono in linea con le aspettative se non leggermente meglio. La banca locale è molto liquida e non ha problemi particolari di liquidità sia sul dollaro sia sul rublo", ha spiegato il banchiere.

"Ovviamente seguiamo con molta attenzione quanto sta avvenendo ma i fondamentali della banca sono robusti", ha aggiunto.

(Gianluca Semeraro, Paola Arosio)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia