Borsa Usa, indici in rialzo su Fed, società bilanciano timori economia

martedì 16 dicembre 2014 17:58
 

NEW YORK, 16 dicembre (Reuters) - L'azionario Usa è in rialzo in una seduta volatile che vede i prezzi degli energetici in rally e gli investitori scommettere che la Fed si mostrerà cauta nel far venir meno il proprio sostegno, alla luce di un'economia globale più debole.

Nei primi scambi i futures sono apparsi in calo mentre il cambio rublo-dollaro si è avvicinato alla soglia di 80. Attorno alle 17,45 la valuta russa ha perso circa l'11% sulla seduta, a quota 67. Sul fronte macro altri timori sono arrivati dall'attività manifatturiera cinese in calo e dalla crescita dell'attività economica della zona euro che resta debole.

La Fed, nel meeting che si concluderà domani, dovrebbe decidere se mantenere i tassi di riferimento vicini a zero per un "periodo considerevole".

"Forse i mercati pensano che la Fed non rispetterà i tempi nell'eliminare quell'inciso", spiega Quincy Krosby, market strategist a Prudential Financial a Newark, New Jersey.

Attorno alle 17,45, il Dow Jones guadagna l'1,19%, lo S&P 500 l'1,12% e il Nasdaq lo 0,70%.

Alla stessa ore i derivati sul Brent perdono 68 cent a 60,38 dollari per barile e il greggio Usa guadagna 70 cent a 56,68.

L'indice dei titoli energetici, in rialzo del 3,4%, è quello che realizza i maggiori guadagni nello S&P 500.

CVS Health Corp, in rialzo del 4,2% a 93,68 dollari, guida la classifica di chi realizza i migliori guadagni nello S&P 500 dopo aver reso nota la guidance, mentre 3M ha alzato il dividendo ed è tra i titoli che vanno meglio nel Dow con un rialzo dell'1,7%.

Boeing, che sale del 2% a 124,55 dollari, è tra i titoli migliori della seduta dopo aver alzato il dividendo.   Continua...