In Bce "molti" per contenere rischio prezzi legato a calo greggio - Visco

lunedì 15 dicembre 2014 17:24
 

ROMA, 15 dicembre (Reuters) - Sono "molti" i governatori della Banca centrale europea in favore di azioni volte a contenere il rischio sui prezzi rappresentato dal calo del petrolio, secondo il numero uno della Banca d'Italia Ignazio Visco.

La dinamica dei prezzi "sarà peggio nei prossimi mesi con la caduta del petrolio. C'è un problema forte per i Paesi che hanno più debito, per questo, a livello di Bce, molti di noi sostengono che si debba andare nella direzione del contenimento di questi rischi", ha detto Visco in una audizione alla Camera.

Poco prima il governatore aveva detto che davanti al persistere di un rischio di deflazione la Bce dovrebbe procedere ad acquisti di bond in larga scala.

Contro questa ultima opzione si è espresso in un'intervista ad alcuni giornali il presidente della Bundesbank Jens Weidmann che Visco descrive come persona "simpatica che potrebbe essere mio figlio".

Il governatore di Bankitalia ha osservato che l'intervista di Weidmann "è interessante perché non dice che non si devono fare acquisti di titoli sovrani e che è vietato farlo ma mette in luce i rischi sui bilanci delle banche nazionali in caso di acquisto di titoli perché se poi ci sono problemi in uno Stato vengono accollati ai tax payers degli altri Paese".

E ha aggiunto: "E' vero che ci sono rischi sui bilanci delle banche centrali ma è anche vero che (con gli acquisti di titoli) riduciamo i rischi individuali attraverso l'abbassamento del rischio macroeconomico complessivo".

(Giuseppe Fonte)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia