Telecom Italia, ora non ci sono condizioni per offerta su Oi - fonti

venerdì 12 dicembre 2014 17:30
 

MILANO/SAN PAOLO, 12 dicembre (Reuters) - Telecom Italia è arrivata alla conclusione che non può fare una mossa nel processo di consolidamento del mercato brasiliano, dove controlla il secondo operatore mobile, fino a quando non si chiarirà la situazione sul fronte debito e costi all'interno del possibile partner Grupo Oi.

Lo dicono alcune fonti a conoscenza della situazione, aggiungendo che Oi ha bisogno di ridurre costi e debito in modo significativo prima di un'eventuale mossa di Telecom.

L'AD, Marco Patuano, ha detto in diverse occasioni che il gruppo intende andare avanti con grande cautela e che la priorità è la disciplina finanziaria e quindi la necessità di tenere il debito sotto controllo.

Secondo una fonte, Telecom Italia ha avuto incontri informali con funzionari brasiliani, segnalando la necessità di garanzie su rinnovo delle licenze e sulla rimozione di alcuni costosi obblighi regolamentari.

Telecom, il mese scorso, ha dato mandato al management di esplorare un'integrazione tra la controllata Tim Brasil e Oi.

Oi, ad agosto di quest'anno, ha annunciato di aver dato un mandato alla banca di investimenti Btg Pactual di studiare l'acquisizione di Tim Brasil.

(Danilo Masoni e Guillermo Parra-Bernal)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano

Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia