Saipem, multa Consob per profit warning ritardato, società ricorrerà in Cassazione

venerdì 12 dicembre 2014 13:43
 

MILANO, 12 dicembre (Reuters) - Consob chiede a Saipem il pagamento di una sanzione amministrativa di 80.000 euro per il ritardo di 15 giorni nella pubblicazione del profit warning del 29 gennaio 2013.

E' quanto si legge nella delibera dell'autorità di vigilanza, datata 18 giugno 2014 e pubblicata oggi nel bollettino Consob, dopo che la Corte d'Appello ha respinto il ricorso di Saipem.

La società, controllata da Eni, ha dichiarato che intende presentare ricorso in Cassazione.

"Saipem valuterà le motivazioni della decisione e in ogni caso presenterà ricorso in Cassazione avverso la decisione della Corte di Appello", spiega un portavoce di Saipem in una nota, aggiungendo che "la Corte di Appello, pronunciando in primo grado, con decisione depositata ieri ha rigettato il ricorso di Saipem per ottenere l'annullamento" della delibera Consob.

Il 29 gennaio 2013 Saipem ha comunicato la revisione delle previsioni sui risultati del 2012 e le previsioni sui ricavi e risultati 2013.

Secondo Consob "il suddetto comunicato stampa conteneva informazioni che le evidenze istruttorie hanno dimostrato essere note con precisione a Saipem al più tardi alla data del 14 gennaio 2013".

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia