Borsa Milano termina mattina debole come Europa, giù Fca, bene Telecom. Gtech

giovedì 11 dicembre 2014 13:03
 

MILANO, 11 dicembre (Reuters) - Piazza Affari termina la mattinata con segno negativo dopo una buona partenza, accodandosi ai principali mercati europei.

La tiepida accoglienza della seconda tranche del Tltro della Bce da un lato rafforza l'attesa di un programma di quantitative easing da parte della banca centrale ma dall'altro crea l'aspettativa di un eccesso di liquidità nei prossimi mesi piuttosto basso, spiega un trader. Sullo sfondo resta la situazione della Grecia a rischio di nuove elezioni con le forze anti euro alle porte.

La Bce ha collocato poco meno di 130 miliardi sui 400 miliardi potenziali, in linea con le attese.

Poco prima delle 13 l'indice FTSE Mib cede lo 0,44%, l'Allshare lo 0,46%. Volumi poco sopra 1,6 miliardi di euro.

FIAT CHRYSLER in netto calo e con volumi pari già a due volte e mezza la media sull'intera seduta. Il titolo si colloca vicino alla parte bassa del prezzo fissato per la conversione del bond convertendo tra 8,83 euro e 10,38 euro.

TELECOM ITALIA positiva, pur sotto i massimi di apertura, sulle nuove indiscrezioni di stampa su una possibile offerta di Grupo Oi per Tim Brasil che, tuttavia, non contengono elementi di novità. Poco fa Tim Brasil ha dichiarato di non essere al corrente di alcun accordo, trattativa o proposta che coinvolga la società.

Ben comprata SAIPEM dopo che il Cda ieri ha avviato l'analisi di alcune ipotesi preliminari sull'attività 2015 alla luce di nuovi possibili scenari di mercato.

Denaro su GTECH grazie alle ipotesi stampa sulla cancellazione dalla legge di stabilità dell'incremento della tassazione di 400 punti base, anche se a fronte di un aggravio di imposta per il settore. Bene anche SNAI.

Debole il settore bancario in linea con l'Europa.   Continua...