Fiat Chrysler, convertendo non avrà valenza equity fino a scadenza -Fitch

mercoledì 10 dicembre 2014 11:07
 

LONDRA, 10 dicembre (Reuters) - Fitch Ratings pensa di trattare il bond convertendo Fiat Chrysler Automobiles da 2,5 miliardi di dollari come debito prima della conversione, ma questo non avrà impatto sui rating.

L'emissione del bond, il cui pricing è previsto in tarda serata, è parte di una serie di operazioni annunciate da FCA in ottobre, inclusa l'offerta di azioni ordinarie e lo spin off di Ferrari.

L'assenza di equity credit, si legge in una nota dell'agenzia di rating, riflette l'approccio conservativo di Fitch riguardo la deferibilità senza condizioni del coupon secondo i criteri degli ibridi. Questo annulla l'equity credit che Fitch avrebbe assegnato in base alle altre caratteristiche delle obbligazioni, incluse la scadenza sotto i tre anni e la totale subordinazione a altri strumenti.

Le condizioni del convertendo consentono che le cedole siano rinviate fino a scadenza, quando l'emittente ha l'opzione di pagare cedole differite in cash o in azioni ordinarie. Questo comporta che lo strumento sia considerato come un "cumulative instrument" a causa dell'opzione pagamento in contanti. Gli strumenti "cumulative" potrebbero essere considerati da Fitch equity credit per il 50%.

Ma Fitch nota che il convertendo include delle avvertenze relative ad un "fundamental change". Una delle situazioni che farebbe scattare il cambiamento fondamentale è il cambio di controllo che, in generale, esclude un equity credit.

Secondo le condizioni dell'emissione, l'importo del bond può essere convertito in azioni ordinarie a scelta dell'obbligazionista a seguito di un cambiamento fondamentale, ma questo ha anche il diritto di ricevere in cash i coupon in essere e il valore attuale delle rimanenti cedole fino alla scadenza originaria. Fitch considera questo come una costrizione alla flessibilità del cash-flow.

Il convertendo aumenterà il debito di FCA fino alla scadenza del 2016. Ma il modesto deterioramento dei rating di debito non avrà effetto diretto o immediato sui rating considerato il calo del debito a conversione. Inoltre, il leverage non è attualmente un driver chiave dei rating di FCA, che è più dipendente dalla capacità del gruppo di generare free cash flow.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia