Btp in calo su incertezza politica Grecia, tasso sale in asta Bot

mercoledì 10 dicembre 2014 13:02
 

MILANO, 10 dicembre (Reuters) - Btp in calo, con vendite che
colpiscono soprattutto le scadenze lunghe, in una seduta
contraddistinata dalle tensioni legate all'incertezza sulla
situazione politica greca.
    "È chiaro che il mercato è focalizzato sulla Grecia, che tra
ieri e oggi si è fatta 150 punti di risalita del rendimento
decennale, e credo che per un po' il tema rimarrà questo" spiega
un trader da Milano. "C'è un problema per la Grecia, ma
onestamente per ora non vedo grosse conseguenze per Italia o
Spagna".
    Del clima negativo ha risentito l'odierna asta di Bot a 12
mesi, che ha visto il rendimento risalire di poco meno di un
punto percentuale, allo 0,418%, ai massimi da giugno
. 
    Il buono, collocato per i previsti 5,5 miliardi (a fronte di
un pari importo in scadenza), scambia a fine mattinata sul
mercato grigio di Tradeweb al rendimento dello
0,43%.
    Essendo state cancellate le aste a medio lungo di domani,
quello odierno è stato l'ultimo collocamento italiano con
regolamento sul 2014.
    "L'Italia va maluccio, ma in realtà neanche tanto: ad
esempio l'asta Bot è addirittura uscita un po' meglio del
mercato; poi è ovvio che il tasso sia salito" aggiunge il
trader. "Non dimentichiamo poi che il quantitative easing della
Bce è ormai cosa fatta: non so chi possa avere veramente il
coraggio di andare contro".
    
    SPREAD RITOCCA 140 PB, TASSO 10 ANNI SALE FINO A 2,10%
    Lo spread di rendimento tra Btp e Bund decennali è risalito
in mattinata oltre 140 punti base, per la prima volta dal 27
novembre, dopo essere sceso solo venerdì scorso fino a quota 117
pb, minimo da luglio 2010.
    Il tasso sul decennale italiano è salito stamane ad un
massimo intraday del 2,10%; ancora lunedì in chiusura il tasso
si era riattestato sul minimo storico del'1,95%. Ma le vendite
più consistenti coinvolgono il tratto extra lungo, con
conseguente irripidimento della curva italiana.
    "Ci sono degli stop sul 30 anni da parte di qualcuno che era
lungo, d'altra parte è abbastanza logico che in una situazione
di mercato come questa l'extra lungo soffra di più" spiega un
secondo trader.
    Molto più accentuate le pressioni sul debito greco, con la
scadenza decennale tornata brevemente sopra il 9%,
ai massimi da metà ottobre, con un rialzo di quasi un punto
percentuale.
    Intanto oggi Atene ha collocato poco meno di 3 miliardi di
titoli a 3 e 6 mesi (con rendimenti in lieve risalita): in
particolare l'emissione trimestrale (1,3 miliardi) si è resa
necessaria per coprire il mancato pagamento dell'ultima tranche
del bailout, cui è legato anche lo slittamento di due mesi della
chiusura del programma di aiuti rispetto alla data di fine anno
.
    In mattinata si è svolta anche un'asta da circa 3,2 miliardi
di biennali tedeschi a tassi negativi.
      
=========================== 12,50 ==============================
FUTURES BUND MARZO         153,89    (-0,02)
FUTURES BTP MARZO          133,41    (-0,55)
BTP 2 ANNI  (AGO 16)    101,789  (-0,071)  0,603%
BTP 10 ANNI (DIC 24)   103,887  (-0,504)  2,077%
BTP 30 ANNI (SET 44)   124,729  (-1,946)  3,447%
========================= SPREAD (PB)===========================
                                                 ULTIMA CHIUSURA
TREASURY/BUND 10 ANNI   153           152 
BTP/BUND 2 ANNI           64            61
BTP/BUND 10 ANNI       139           134
livelli minimo/massimo              142,3-135,3   125,9-135,6   
BTP/BUND 30 ANNI       194           185
SPREAD BTP 10/2 ANNI                   147,4         144,7      
  
SPREAD BTP 30/10 ANNI                  137,0         133,8 
================================================================
    
    
    Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in
italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia