Bce valuta regole più severe per fondi emergenza - fonte

martedì 9 dicembre 2014 15:10
 

FRANCOFORTE, 9 dicembre (Reuters) - La Banca centrale europea sta valutando regole più stringenti per l'erogazione agli istituti commerciali della zona euro di fondi di emergenza da parte della banca centrale del proprio paese, secondo quanto riferito da una fonte.

La risorsa di liquidità Ela, 'emergency liquidity assistance', si è rivelata di importanza cruciale nelle fasi più acute della crisi finanziaria per paesi come Grecia, Irlanda e Cipro.

I prestiti sono erogati a discrezione della banca centrale nazionale anche se devono essere approvati dalla Bce.

La fonte ha riferito che la Bce ha tenuto discussioni focalizzate su una limitazione del periodo di tempo in cui le banche possano fare ricorso all'Ela.

Secondo Christian Schulz, economista di Berenberg, una mossa di questo tipo potrebbe trovare apprezzamento in Germania, dove la politica della Bce è considerata troppo accomodante. L'iniziativa potrebbe in parte placare i timori tedeschi sugli acquisti di titoli sovrani da parte della Bce - una possibilità che l'istituto sta valutando.

"Manda un segnale che la Bce è consapevole di alcuni degli eccessi sperimentati durante la crisi e li sta frenando, in modo che non vengano ripetuti", ha commentato Schulz a proposito di una qualsiasi mossa per limitare l'utilizzo dell'Ela.

"Penso che incontrerà il favore di parte dei media tedeschi e della Bundesbank", ha aggiunto.

  Continua...