BP, Corte Suprema Usa boccia ricorso compagnia su risarcimento danni Golfo Messico

lunedì 8 dicembre 2014 17:47
 

WASHINGTON, 8 dicembre (Reuters) - La Corte Suprema degli Stati Uniti ha respinto il ricorso presentato da BP in merito all'accordo multimiliardario siglato relativamente alla fuga di greggio nel Golfo del Messico del 2010.

Nel 2012 BP ha siglato un accordo per compensare le perdite finanziarie dovute alla fuga di greggio. Il colosso britannico, tuttavia, sostiene che l'intesa è stata interpretata in modo improprio da Patrick Juneau, nominato dal tribunale come amministratore del fondo istituito dall'accordo, essendo stata costretta a risarcire anche imprese che non possono dimostrare di aver subìto dei danni.

Secondo Juneau BP ha già pagato 2,3 miliardi sui 4,25 miliardi dovuti. Geoff Morrell, portavoce di BP, ha però dichiarato che la società resta preoccupata che ci possano essere soggetti che fanno richiesta di risarcimento senza aver subìto alcun danno.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia