Borsa Milano sale di oltre 2% trainata da banche, giù Saipem ed EGP

venerdì 5 dicembre 2014 13:15
 

MILANO, 5 dicembre (Reuters) - Piazza Affari rimbalza e guadagna oltre il 2% dopo le perdite registrate ieri sulla scia del discorso del presidente della Bce Mario Draghi, in attesa del dato mensile sull'occupazione Usa.

Ieri il presidente dela Bce ha rinviato all'anno prossimo la valutazione sullo stimolo monetario ed eventuali interventi straordinari. Secondo un operatore, la reazione del mercato è stata esagerata e oggi recupera.

Piazza Affari, che ieri era stata tra le più colpite delle vendite, oggi registra una performance migliore delle altre borse europee, trainata dai titoli bancari.

Positivo anche il mercato obbligazionario: il differenziale di rendimento fra benchmark tedeschi e italiani si è spinto fino a 118 punti base, i minimi dal 27 luglio 2010, quando aveva toccato i 117 punti base.

Alle 13,05 il FTSE Mib segna +2,14%, l'Allshare +1,99%, mentre l'indice FTSEurofirst sale dell'1,15%.

ENEL GREEN POWER perde il 2,6% sui rumours di un Ebitda 2015 inferiore al previsto, secondo un trader. "Apparentemente la società sta suggerendo di abbassare il consensus verso 1,9 miliardi di euro", spiega l'operatore. Il consensus Reuters vede l'Ebitda 2015 a 2,021 miliardi di euro (1,994 miliardi secondo la 'SmartEstimate'). No comment da parte della società. Un trader riferisce che Kepler ha tolto il titolo dalla selected list italiana ed europea. Il broker ha inoltre tagliato il target a 2,2 da 2,6 euro.

Debole anche SAIPEM (-3,4%), dopo l'ufficializzazione ieri sera della sospensione del progetto South Stream, il gasdotto che dovrebbe portare il gas russo in Europa via Balcani bypassando l'Ucraina.

Rimbalzano le banche dopo le perdite di ieri. UBI sale del 4,1%, UNICREDIT del 4%, così come INTESA SP .

In evidenza BUZZI (+4,9%), aiutata dal miglioramento di target price di Morgan Stanley.   Continua...