BORSE EUROPA - Indici in calo dopo dati deboli Cina e Giappone

lunedì 8 dicembre 2014 10:51
 

INDICI                           ORE 10,40   VAR %    CHIUS. 2013
 EUROSTOXX50                      3265,87     -0,35      3019
 FTSEUROFIRST300                  1401,07     -0,29      1316,39
 STOXX BANCHE                      199,21     -0,18       194,21
 STOXX OIL&GAS                     293,37     -0,4        335
 STOXX ASSICURAZIONI               252,32     -0,19       228,22
 STOXX AUTO                        516,06     -0,02       481,95
 STOXX TLC                         334,59     -0,17       297,6
 STOXX TECH                        308,35     -0,12       290,51
    PARIGI, 8 dicembre - L'azionario europeo è in calo stamani: dopo i dati
deboli da Cina e Giappone, le borse stanno bruciando una parte dei forti
guadagni realizzati nella seduta precedente.
    Alle 10,40 circa, l'FTSEurofirst 300 lascia sul terreno lo 0,29%, a
1.401,07 punti, dopo aver guadagnato venerdì l'1,8% grazie ai dati sul lavoro
Usa migliori delle attese.
    Sul sentiment oggi pesa anche il taglio da parte di S&P's, venerdì, del
rating dell'Italia da 'BBB' a 'BBB-', un solo notch dal livello "spazzatura". 
    "L'euforia per gli occupati Usa di venerdì si sta dissipando; vediamo un po'
di prese di profitto", dice Pierre Martin, trader di Saxo Bank. "Il downgrade
dell'Italia è un buon promemoria del fatto che l'Europa è lontana dall'essere
fuori dai guai".
    L'andamento della bilancia commerciale cinese di novembre è risultato sotto
le attese, mentre il Pil giapponese del terzo trimestre è stato rivisto al
ribasso.
    Tra i titoli in evidenza oggi:
    Seadrill in controtendenza: guadagna il 4,7% dopo che John
Fredriksen, presidente e maggiore azionista della compagnia petrolifera, ha
accresciuto il proprio pacchetto portandolo al 23,9%.
       
    
    Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news
anche su www.twitter.com/reuters_italia