Bce, Banca centrale Austria concorda con Draghi su espansione bilancio

venerdì 5 dicembre 2014 11:21
 

VIENNA, 5 dicembre (Reuters) - La Banca centrale austriaca concorda con l'intenzione del presidente della Bce, Mario Draghi, di espandere il bilancio dell'Eurotower aggiungendo che i prossimi passi saranno decisi nel primo trimestre del 2015.

Lo ha detto il membro del board Bce e governatore della Banca austriaca Ewald Nowotny, sottolineando che i membri della Bce lasceranno sì la porta aperta a ulteriori interventi di politica monetaria per favorire la crescita della zona euro e contrastare la bassa inflazione ma non intendono agire in modo frettoloso.

"La posizione della Banca nazionale austriaca è in linea con quanto ha detto Draghi. L'obiettivo per l'espansione del bilancio Bce per contrastare un trend verso il calo dell'inflazione e la debolezza della crescita", ha detto a una conferenza stampa. "Come succederà esattamente sarà deciso l'anno prossimo. I prossimi passi saranno decisi nel primo trimestre del prossimo anno".

Il governatore della Banca austriaca ha detto che la futura politica monetaria verrà determinata da diversi fattori, come l'impatto del deprezzamento dell'euro sull'export e le condizioni del sistema bancario.

"La posizione del consiglio Bce è di non sparare cartucce frettolose ma piuttosto di vedere quali saranno gli sviluppi sul fronte economico e avere la possibilità di riflettere ulteriormente su altre considerazioni il prossimo anno", ha detto a una conferenza stampa sulle previsioni economiche della banca centrale austriaca.

Ieri Draghi ha detto che la Bce deciderà all'inizo del prossimo anno se intraprendere ulteriori interventi per dare nuovo vigore all'economia della zona euro, lasciando intendere che non consentirà che la Germania o altri Paesi membri si opppongano.

- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia