Pioneer Investments vede più rischi geopolitici, necessarie riforme in 2015

giovedì 4 dicembre 2014 15:11
 

MILANO, 4 dicembre (Reuters) - Le leve della politica fiscale dovranno essere attivate nel 2015, anno in cui i rischi geopolitici saranno potenzialmente maggiori e con effetti più estesi: l'azione delle banche centrali è infatti ormai condizione necessaria ma non più sufficiente per un'economia che, nelle stime di Pioneer Investments, dovrebbe crescere del 3,5% a livello globale l'anno prossimo.

In un simile scenario, che sconta un prezzo medio del petrolio a 85 dollari, i portafogli multiasset del gestore di Unicredit hanno aumentato la protezione contro il rischio di storni improvvisi puntando sull'azionario europeo in antagonismo a quello Usa - con una preferenza per i settori difensivi e le strategie dividend yield - e su Cina, India e Giappone in Asia. Sul fronte valutario la posizione è lunga su dollaro contro yen, mentre l'approccio all'obbligazionario è neutrale come duration ma flessibile e tattico.

La responsabile dell'asset allocation globale, Monica Defend, non si aspetta che la Banca centrale europea lanci un "quantitative easing" in piena regola. In attesa che l'euro si deprezzi e i governi mettano mano alle riforme, Francoforte "potrebbe comprare corporate bond anche se vorrebbe dire aggiungere rischio in bilancio", ha detto oggi nel corso di un incontro con la stampa.

Proprio assumendo che la Bce non acquisterà governativi sul secondario, sul modello di quanto avvenuto negli Usa e in Gran Bretagna, a inizio ottobre il responsabile del fixed income europeo di Pioneer Investments aveva comunicato di avere alleggerito il portafoglio di Btp fino ad essere "corto" di titoli di stato italiani.

Viceversa, nei portafogli bilanciati, "avendo comprato protezione sull'azionario abbiamo mantenuto la posizione lunga sui Btp", ha detto Matteo Germano, global head of multi asset investments, stimando nell'ordine del 25% l'aumento del costo della protezione dei portafogli negli ultimi tre mesi. "Nei portafogli multiasset retail abbiamo preso posizione sul Btp Italia contro Btp di pari scadenza perchè non ci aspettiamo deflazione", ha aggiunto.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia