Vaticano, trovati centinaia di milioni di euro fuori bilancio-Pell

giovedì 4 dicembre 2014 14:04
 

CITTA' DEL VATICANO, 4 dicembre (Reuters) - Il ministro delle finanze vaticane, il prefetto della Segreteria per l'Economia vaticana cardinale George Pell, ha detto di aver scoperto centinaia di milioni di euro nascosti nei conti di vari dipartimenti della Santa Sede senza che questi soldi fossero registrati nei bilanci degli ultimi anni della città Stato.

In un articolo scritto per il settimanale britannico Catholic Herald che uscirà domani, il cardinale australiano Pell spiega che questa scoperta significa che le finanze vaticane sono in condizioni migliori di quanto avesse ritenuto in precedenza.

"In effetti abbiamo scoperto che la situazione è molto più sana di quanto apparisse, perché centinaia di milioni di euro erano nascosti in alcune sezioni specifiche dei conti e non apparivano nel bilancio", ha scritto, secondo un'anticipazione del testo resa disponibile oggi dal magazine.

"E' importante sottolineare che il Vaticano non è in bancarotta. La Santa Sede si sta mantenendo da sola, possedendo importanti attività e investimenti", ha detto Pell.

Il cardinale ha spiegato che nel corso di decenni i dipartimenti vaticani hanno avuto praticamente "mano libera" per le loro finanze e hanno difeso gelosamente la loro indipendenza, ma ora le cose stanno cambiando.

Pell è il cardinale australiano che è stato scelto, come outsider, da Papa Francesco per sovrintendere alle spesso opache finanze della Santa Sede dopo decenni di controllo da parte degli esponenti italiani.

Lo scorso mese gli uffici del nuovo prefetto delle Finanze vaticane hanno spedito una lettera a tutti i dipartimenti informando delle novità su codice etico e contabilità.

Dal primo gennaio, ogni dipartimento dovrà attuare "solide ed efficienti politiche di gestione" e preparare rendiconti finanziari "in un modo coerente e trasparente" in aderenza agli standard di contabilità internazionali.

(Philip Pullella)   Continua...