American Express, da giudice no a trasferimento processo usura a Roma

giovedì 4 dicembre 2014 12:40
 

BARI, 4 dicembre (Reuters) - Al processo in corso a Trani per usura nei confronti di cinque manager di American Express , il giudice ha bociato l'istanza delle difese degli imputati di trasferire il processo a Roma.

Il giudice del Tribunale pugliese ha stabilito che il processo resterà a Trani e ha fissato la prossima udienza al 19 marzo del prossimo anno quando verranno sentiti gli imputati.

Alla fine del mese scorso, i legali degli imputati avevano chesto di trasferire il procedimento a Roma dove, a loro dire, sarebbe stato commesso l'eventuale reato, in una richiesta cui si era opposto il pm Michele Ruggiero.

L'inchiesta - partita nel settembre 2009 da una denuncia di alcuni abitanti della zona di Trani che lamentavano l'applicazione di tassi usurari sugli interessi di mora relativi a carte 'revolving' di American Express - ipotizza i reati di truffa e usura aggravate.

- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 

AGGIORNAMENTO

  • Italy
  • US
  • UK
  • Europe
American Express, da giudice no a trasferimento processo usura a Roma | Notizie | Società Estere | Reuters.com
    chart
  • FTSEMIB
    20,276.80
    -0.26%
  • FTSE Italia All-Share Index
    22,336.89
    -0.34%
  • Euronext 100
    977.32
    +0.32%