BORSE ASIA-PACIFICO - Indici positivi su scia dati Usa, occhi Bce

giovedì 4 dicembre 2014 08:21
 

INDICE                        ORE  8,15    VAR %    CHIUS. 2013
 ASIA-PAC.                        474,24    0,71        468,16
 TOKYO                         17.887,21    0,94     16.291,31
 HONG KONG                     23.832,55    1,72     22.656,92
 SINGAPORE                      3.313,38    0,30      3.167,43
 TAIWAN                         9.225,11    0,54      8.611,51
 SEUL                           1.986,61    0,85      2.011,34
 SHANGHAI COMP                  2.900,36    4,35      2.115,98
 SYDNEY                         5.368,79    0,88      5.352,21
 MUMBAI                        28.489,73    0,17     21.170,68
 
    4 dicembre (Reuters) - Le borse asiatiche salgono di quasi
un punto percentuale spinte dai buoni dati macroeconomici
americani, mentre l'euro staziona sui minimi degli ultimi due
anni in attesa che la Bce scopra le carte sulle future mosse di
politica economica.
    L'indice Nikkei ha guadagnato lo 0,94% a 17.887,21
punti, dopo aver raggiunto durante la seduta quota 17.912,59, il
massimo da luglio 2007. A spingere il mercato sono le proiezioni
che suggeriscono una vittoria del premier Shinzo Abe alle
elezioni del 14 dicembre. Gli operatori guardano con interesse
all'esito della consultazione perché giudicano positivamente un
nuovo mandato a proseguire con la cosiddetta "Abenomics".
    L'indice MSCI delle principali piazze asiatiche al di fuori
del Giappone sale di 0,7 punti percentuali.
    Negli Stati Uniti a novembre il settore privato ha generato
208.000 nuovi occupati. La performance è inferiore alle attese
ma mostra comunque la capacità degli Stati Uniti di fronteggiare
una congiuntura ancora debole.
    L'euro è sceso a 1,2307 dollari dopo aver raggiunto il
minimo di 1,2301. Scontata la conferma del costo del denaro alla
riunione della Bce di oggi, i riflettori sono tutti puntati
sull'intervento di Mario Draghi.    
    SHANGHAI balza del 4,4% spinta dalle attese che la
Cina metta in campo nuove misure di stimolo dell'attività
economica. A HONG KONG l'indice Hang Seng guadagna l'1,7%.
    A SYDNEY l'indice S&P/ASX 200 guadagna poco meno
dell'1% su positivi dati macroeconomici. A ottobre le vendite al
dettaglio sono salite di 0,4 punti percentuali, oltre le attese
degli analisti. Il disavanzo commerciale (1,3 miliardi di
dollari australiani) si è rivelato inferiore alle previsioni.
    
    
    Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano.
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia