E.On annuncia spin-off, titolo balza

lunedì 1 dicembre 2014 14:19
 

FRANCOFORTE, 1 dicembre (Reuters) - L'utility tedesca E.ON ha annunciato l'intenzione di separare le proprie attività di produzione convenzionale di elettricità, quelle commerciali e quelle upstream, per concentrarsi sulle energie rinnovabili e sulla rete di distribuzione e meglio affrontare la crisi del settore.

"Stiamo assistendo all'emergere di un nuovo mondo dell'energia", ha spiegato oggi l'amministratore delegato Johannes Teyssen, facendo seguito al comunicato pubblicato ieri sera. "L'attuale ampio modello di business di E.On non è più in grado di rispondere adeguatamente a queste nuove sfide".

E.ON punta a quotare la nuova entità che nascerà dalla scissione, che dovrebbe avere luogo dopo l'assemblea generale del 2016.

L'amministratore delegato ha inoltre precisato che, sulla base dei risultati dello scorso anno, la nuova entità avrebbe un Ebitda intorno ai 4 milioni di euro. Nel 2013 l'Ebitda di E.On è stato pari a 9,32 miliardi.

Intorno alle 13,55 il titolo guadagna oltre il 4% alla borsa di Francoforte, sulla scia della notizia dello spin-off.

La scissione non sarà accompagnata da un taglio all'organico, ha spiegato E.On, sottolineando che circa 40.000 dipendenti resteranno nella società madre, mentre 20.000 circa confluiranno nel nuovo gruppo.

E.ON ha inoltre annunciato di aver deciso di cedere le proprie attività in Spagna e Portogallo al gruppo di investimento australiano Macquaire per 2,5 miliardi di euro, operazione che potrebbe essere seguita dalla vendita delle attività in Italia.

Il gruppo inoltre condurrà la revisione strategica delle attività di esplorazione e di produzione nel mare del Nord.

  Continua...