Azimut pesante in borsa su accordo con Fisco, timori su dividendo 2014

lunedì 1 dicembre 2014 10:26
 

MILANO, 1 dicembre (Reuters) - Azimut è in forte calo a Piazza Affari penalizzata dalla notizia dell'accordo con l'agenzia delle Entrate per le controversie fiscali relative al periodo 2001-2013 per un importo complessivo di circa 118 milioni di euro e per l'impatto atteso sul conto economico e sul dividendo 2014.

Attorno alle 10,00 Azimut perde il 5,4% a 17,5 euro a fronte di un calo dell'1% circa del FTSE Mib. I volumi sono intensi, pari a quasi 600.000 pezzi trattati su una media giornaliera di poco oltre un milione

"Senz'altro il titolo risente dell'accordo con il Fisco", commenta un trader.

Secondo un broker l'entità dell'accordo è superiore alle stime e avrà un impatto negativo anche sul dividendo per l'esercizio in corso.

Le contestazioni sollevate dall'Agenzia delle Entrate si riferiscono in particolare ai criteri utilizzati nella determinazione dei prezzi di trasferimento nei rapporti intercompany tra le diverse società del gruppo.

Azimut si è impegnata al pagamento, tra maggiori imposte e sanzioni, di un importo complessivo di circa 105,9 milioni di euro, a cui si aggiungono gli interessi di legge per circa 11,9 milioni.

L'asset manager sottolinea di avere già accantonato per la controversia 34,1 milioni tra imposte e oneri mentre l'esborso finanziario complessivo, per la presenza di perdite fiscali pregresse sarà di circa 91,8 milioni.

Kepler Cheuvreux ha tagliato il target price sul titolo Azimut a 18 da 20 euro, confermando il giudizio "hold"

  Continua...