Ast Terni, per sindacati "piccoli passi avanti", rinvio negoziato a martedì

venerdì 28 novembre 2014 13:41
 

ROMA, 28 novembre (Reuters) - Riprenderà martedì prossimo la trattativa sulla Acciai Speciali Terni (Ast), mentre oggi l'azienda controllata dal gruppo tedesco ThyssenKrupp ha comunicato che il numero degli esuberi non volontari si è ridotto a 39, hanno riferito i sindacati.

"Ci siamo aggiornati a martedì, intanto gli esuberi sono calati a 39", ha detto a Reuters Mario Ghini, segretario nazionale della Uilm. "L'azienda ci ha comunicato che 251 lavoratori sono pronti a uscire con gli incentivi".

Anche la Fim ha confermato la notizia sugli esuberi.

Il portavoce del ministro dello Sviluppo Industriale Federica Guidi, Enrico Romagna Manoja, ha scritto in un tweet: "Nuovi passi avanti nella trattativa di oggi davanti al ministro Guidi. Appuntamento decisivo martedi @MinSviluppo".

Inizialmente l'azienda puntava a oltre 530 esuberi, diminuiti poi a 290 anche dopo la mediazione del governo.

"Questo dato ci lascia sperare che martedì al tavolo l'azienda non ponga più una clausola sui licenziamenti", ha detto ancora Ghini.

Restano ancora aperte comunque le questioni sul salario e sul piano industriale, ha detto Ghini. Mentre è arrivato l'accordo una società dell'indotto Ast, la Ilserv, che beneficerà di un altro anno di contratto con l'azienda.

Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia