Telecom Italia in rialzo, mercato analizza impatto eventuale deal in Brasile

venerdì 28 novembre 2014 12:50
 

MILANO, 28 novembre (Reuters) - Telecom Italia è tonica con tutto il settore in Europa in un mercato che ragiona sui numeri di un possibile deal in Brasile con un'integrazione della controllata Tim Brasil e il gruppo Oi che porterebbe alla creazione di un leader nelle telefonia mobile nel paese.

Lo spunto arriva da un articolo pubblicato oggi sul Sole 24 Ore che mette in evidenza le sinergie che scaturirebbero dall'operazione, pari a oltre 7 miliardi, e la possibilità teorica che Telecom Italia non avrebbe una stretta necessità di ricorrere a un aumento di capitale.

Gli operatori concordano nel ritenere che l'operazione ha un'importante valenza strategica anche se avanzano molti dubbi sul fatto che il gruppo italiano possa eseguirla senza una ricapitalizzazione.

Attorno alle 12,45 Telecom Italia é in rialzo del 2,3% a 0,912 euro a fronte di un calo dello 0,65% del FTSE Mib . Scambi per 61 milioni di pezzi da una media giornaliera di 113 milioni.

Lo Stoxx europeo delle telecomunicazioni avanza dello 0,7% circa.

"Le sinergie sono sicuramente molte, nascerebbe un polo nella telefonia mobile non indifferente, ma restono i grossi problemi di debito che le due societàsii portano dietro", commenta un trader.

"Non vedo però possibile che si possa fare senza un aumento di capitale. Non hanno questa finanza che permette di abbattare il debito senza una ricapitalizzazione. Paradossalmente sarebbe più indicato fare un aumento e soffrire molto sul mercato all'inizio ma poi mettere le finanze a posto per il deal", aggiunge.

L'AD del gruppo Marco Patuano ha detto che al momento non c'è alcuna trattativa in corso con l'operatore brasiliano Oi e che non è attualmente allo studio un aumento di capitale. .

"La scelta di un eventuale aumento di capitale potrebbe essere condizionata dalla tempistica della cessione degli asset non core e dall'aggressività del management di Telecom Italia nella gestione del debito", dice in una nota Icbpi.   Continua...