Ue consentirà a Italia inversione contabile contro frodi Iva - Renzi

giovedì 27 novembre 2014 13:28
 

ROMA, 27 novembre (Reuters) - La Commissione europea si appresta ad autorizzare l'Italia a ricorrere al meccanismo dell'inversione contabile (reverse charge) per ridurre le frodi Iva, una misura contenuta nella legge di Stabilità che assieme ad altri meccanismi per rendere più efficiente la riscossione dell'imposta dovrebbe consentire all'erario di recuperare il prossimo anno 3,5 miliardi aggiuntivi rispetto al 2014.

Lo ha detto il premier Matteo Renzi inaugurando oggi l'anno accademico della scuola di polizia tributaria della Gdf.

"Il reverse charge sarà approvato a breve dalla Ue", ha detto il premier, secondo cui l'Italia sta ottenendo da Bruxelles il via libera ad adottare misure specifiche nel contrasto all'evasione fiscale, perché è riuscita a presentare una "strategia completa".

"Trovavo incredibile che ogni anno si facessero raccomandazioni all'Italia e quando si andava a discutere di specifiche norme sull'Iva ci bloccassero gli strumenti per combattere l'evasione", ha detto Renzi nel suo discorso.

(Roberto Landucci)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia