Derivati, ex-vertici Intesa Sanpaolo a giudizio a Trani

mercoledì 26 novembre 2014 16:10
 

BARI/MILANO, 26 novembre (Reuters) - La procura di Trani ha disposto la citazione diretta in giudizio per Giovanni Bazoli, presidente del Cds di Intesa Sanpaolo, per l'ex AD della banca Corrado Passera e per altre 13 persone per l'ipotesi di reato di truffa pluriaggravata e continuata, nell'ambito di un'indagine su alcuni strumenti finanziari messi sul mercato dalla banca.

Lo ha riferito una fonte giudiziaria aggiungendo che tra le persone per le quali è stata disposta la citazione in giudizio ci sono anche Giovanni Gorno Tempini, ex AD di Banca Caboto (gruppo Intesa Sanpaolo) e attuale AD di Cassa depositi e prestiti, Enrico Salza, ex presidente del Cdg di Intesa e attuale presidente di Banca Fideuram, e Giampio Bracchi, ex vice presidente di Intesa.

Secondo l'ipotesi accusatoria gli episodi contestati risalgono rispettivamente al periodo tra il 2004 e il 2008 e a quello tra il 2004 e il 2011.

Intesa Sanpaolo, per l'intera vicenda e per Bazoli, non commenta. Non è invece stato possibile al momento avere un commento da Passera e dal suo legale, né da Gorno Tempini.

Contattato da Reuters, Bracchi ha detto di non aver notizia della citazione in giudizio aggiungendo di essere tranquillo.

"Ho fiducia nella giutizia perché sono assolutamente estraneo ai fatti contestati", ha detto ricordando che allora era vicepresidente senza deleghe e aggiungendo: "è misterioso che sia indagato".

Non è stato possibile raggiungere Fideuram per un commento sulla posizione di Salza.

Secondo l'accusa, la banca avrebbe fatto sottoscrivere strumenti derivati swap a due imprenditori che avevano acceso un mutuo, garantendo loro che avrebbero permesso una copertura dal rischio di variazione del tasso di interesse variabile. Secondo i pm, i titoli, riservati a operatori qualificati, hanno consentito alla banca di ottenere un ingiusto profitto patrimoniale di circa 100.000 euro.

Al momento non è stata ancora fissata la data di inizio del processo.

- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia