26 novembre 2014 / 10:14 / 3 anni fa

PUNTO 2-Ue, Juncker svela piano investimenti per spingere crescita Ue

(Aggiunge dettagli)

BRUXELLES/STRASBURGO, 26 novembre (Reuters) - Il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker ha presentato oggi al Parlamento europeo il piano che punta a sbloccare in tre anni circa 300 miliardi di investimenti nell'Ue e creare un milione di posti di lavoro, sottolineando che è il momento di dare il via alla crescita senza aggiungere debito pubblico.

Ribadendo la necessità di mantenere gli sforzi sulle riforme strutturali, il nuovo capo dell'esecutivo Ue ha detto al parlamento che il suo piano sarà di sostegno alla strategia per creare lavoro.

"L'Europa ha bisogno di un impulso e oggi la Commissione sta facendo il primo salto", ha detto Juncker, insediatosi questo mese.

La Commissione Ue stima che il nuovo Fondo europeo per gli investimenti strategici (Efsi) da 21 miliardi di euro, approvato ieri, possa incrementare dell'1% la crescita economica ogni anno per i prossimi tre anni.

Insistendo sul fatto che l'Ue ha bisogno di attrarre denaro, Juncker ha detto di credere che l'Europa sia in una "trappola per gli investimenti", dove gli investitori privati stanno esitando a impegnarsi.

Il nuovo fondo, gestito con la Banca europea degli investimenti (Bei), agirà da "risk buffer", assorbendo le perdite sui progetti prima di altri creditori. Secondo Juncker, in questo modo l'Ue potrà attirare più fondi privati.

Il presidente ha aggiunto che i 315 miliardi, derivanti da un 'moltiplicatore' totale di 15 volte dei 21 miliardi, non sono un tetto per il Fondo, ma che i singoli governi potranno contribuire al suo capitale e che questi contributi non saranno conteggiati nel loro deficit nazionale in base alle regole di bilancio Ue.

Il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan,si è detto convinto che il piano sia "solo il primo passo "per far tornare l'Ue "a produrre crescita e lavoro" in linea con il collega francese Michel Sapin che ha parlato di primo passo da implementare.

Il denaro sarà disponibile entro metà 2015 e i progetti che avranno la priorità saranno quelli relativi ai trasporti internazionali, energia e data network, piccole società e aziende che impiegano giovani.

Si stima che i 21 miliardi di euro di Efsi consentiranno alla Bei e al suo Fondo di investimento europeo di aumentare i finanziamenti a progetti di tre volte, o 63 miliardi di euro, in tre anni. Ciò potrebbe attrarre somme per cinque volte tanto da altri investitori portando al 'moltiplicatore' pari a 15 volte il capitale iniziale. Il dato è ritenuto realistico dai dirigenti Ue, che citano un moltiplicatore di 18 per precedenti aumenti di capitale della Bei. Gli esperti ritengono inoltre che il piano possa creare tra un milione e 1,3 milioni di posti di lavoro.

(Alastair Macdonald e Jan Strupczewski)

- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below