Borsa Milano apre in rialzo, Enel sale dell'1,5%, giù Eni

mercoledì 26 novembre 2014 09:24
 

MILANO, 26 novembre (Reuters) - Piazza Affari apre in rialzo, proseguendo il trend positivo delle ultime sedute sulla scia delle parole del governatore della Bce Mario Draghi e del taglio dei tassi in Cina.

Nelle prime battute l'indice FTSE Mib sale dello 0,52%, mentre l'Allshare lo 0,45%. Positive anche Londra, Francoforte e Parigi.

In controtendenza rispetto al listino ENI, che cede oltre l'1%, in linea con il settore a livello europeo. Sul comparto pesa il mancato accordo su un taglio della produzione di petrolio nell'incontro che si è tenuto ieri tra Arabia Saudita, Venezuela, Russia e Messico, in vista della riunione dell'Opec di domani.

Debole anche SAIPEM.

In rialzo ENEL. In un'intervista al Sole 24 Ore l'AD Francesco Starace spiega che nel piano industriale che Enel presenterà a marzo includerà risparmi da investimenti nell'ordine di 1,6 miliardi di euro nei primi due anni.

In evidenza Moncler e Luxottica, tra i migliori titoli del listino principale dopo che alcuni broker sono intervenuti sul prezzo obiettivo dei due titoli.

Si mette in luce BANCO POPOLARE (+1,67%). Anche gli altri istituti di credito italiani muovono in territorio in territorio positivo.

Tra i titoli a minore capitalizzazione, MONDADORI sale di oltre l'8% dopo che il Cda ha dato il via libera alla costituzione di una nuova società, Mondadori Libri.

Acquisti su PRELIOS, mentre vengono rilanciate le indiscrezioni di un accordo vicino su Uccmb.   Continua...