Tesoro ha chiesto a Cdp pagamento dividendo straordinario -fonti

venerdì 21 novembre 2014 18:54
 

MILANO, 21 novembre (Reuters) - Il Tesoro ha chiesto alla Cassa Depositi e Prestiti di pagare un dividendo straordinario per la gran parte degli 1,5 miliardi di euro che la Cdp riceverà a sua volta la prossima settimana da Cdp Reti come dividendo straordinario.

Lo dicono tre fonti a conoscenza della situazione.

Il ministero dell'Economia è sotto pressione per trovare risorse da portare a riduzione del debito dopo che il processo di privatizzazioni vere e proprie, a partire da quella di Poste, è slittato al 2015.

Da parte sua la Cdp può contare sui ricavi, pari a quasi 2,5 miliardi complessivi, della cessione di oltre il 40% di CDP Reti, la holding che controlla il 30% di Snam e il 29,86% di Terna. Un rafforzamento patrimoniale che va nella direzione prevista nel proprio piano triennale.

La settimana prossima Cdp Reti, prima di formalizzare l'entrata nell'azionariato di State Grid of China con il 35% e di investitori istituzionali italiani con il 5,9%, pagherà a Cdp, a quel punto ancora azionista con il 100%, un dividendo straordinario da 1,5 miliardi di euro. A luglio fonti avevano anticipato a Reuters l'intenzione di Cdp reti di distribuire un dividendo straordinario.

Il Tesoro ha in corso colloqui con la Cdp per incassare gran parte di questo dividendo che, per via XX Settembre, azionista all'80%, potrebbe salire pro-quota sino a 1,2 miliardi di euro.

"Il Tesoro si aspetta di ricevere un dividendo straordinario dalla Cdp come da altre controllate" dice una fonte in contatto con il Tesoro.

"E' ragionevole che l'earn-out proveniente dall'operazione (di Cdp Reti) sia distribuito agli azionisti pro-quota" commenta un'altra fonte.

"C'è una negozione in corso tra il ministero e la sua controllta sul dividendo straordinario" dice una terza fonte, facendo notare che l'extra-dividendo limiterebbe il livello di risorse a sostegno del capitale di Cdp.   Continua...