Lucchini, offerte con "marcate differenze", parola passa a Mise

venerdì 21 novembre 2014 17:28
 

ROMA, 21 novembre (Reuters) - Hanno "marcate differenze" le due offerte vincolanti presentate nei giorni scorsi dal gruppo algerino Cevital e da quello indiano Jsw Steel per l'acquisto delle acciaierie Lucchini di Piombino.

Lo dice un comunicato della stessa azienda, sottoposta ad amministrazione straordinaria, dopo che oggi si è riunito il Comitato di sorveglianza per esaminare le due offerte.

"L'esame delle offerte ricevute ha richiesto particolare attenzione sia in rapporto alle valutazioni fornite a suo tempo dal Commissario sui valori degli assets posti in vendita, sia in relazione alla complessità delle due offerte, che presentano marcate differenze nei rispettivi piani industriali e nei perimetri oggetto delle offerte stesse", dice la nota.

Il Comitato si riunirà di nuovo martedì 25 novembre.

Una volta trasmessa la relazione sulle due offerte al ministero dello Sviluppo Economico, sarà poi quest'ultimo a decidere quale offerta accertare.

Il complesso siderurgico di Piombino impiega oltre 2.000 persone e può produrre 2,5 milioni di tonnellate di acciaio all'anno.

Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia