Moody's propone innalzamento tetto rating per emittenti periferia

venerdì 21 novembre 2014 09:12
 

LONDRA, 21 novembre (Reuters) - Moody's ha proposto un innalzamento del tetto di rating per gli emittenti di diversi paesi della zona euro, come l'Italia, motivando l'iniziativa con il minor rischio di uscita di questi dalla moneta unica.

Se messa in pratica, la modifica potrebbe portare ad un innalzamento dei rating su covered bond e cartolarizzazioni (Abs) emesse dai paesi periferici dell'area euro, quali Italia, Spagna e Grecia, aumentando il bacino potenziale degli asset a disposizione della Bce per i suoi programmi di acquisto.

Le agenzie stabiliscono dei tetti, di un determinato numero di notch, che gli emittenti possono raggiungere sopra al rating sovrano del paese di appartenenza.

Moody's propone di alzare il tetto massimo, all'interno della zona euro, fino a sei notch rispetto ai due/tre attualmente previsti per Italia, Spagna e Grecia.

"Se implementate nella modalità proposta, le modifiche avranno come risultato tetti di rischio più elevati per alcuni paesi non tripla-A della zona euro" si legge in una nota dell'agenzia. "Ciò darebbe renderebbe possibili rating più alti per covered bond e transazioni strutturate in questi paesi".

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia