PUNTO 3-Telecom Italia verso cda con due alternative, Brasile o Italia

mercoledì 19 novembre 2014 18:08
 

(Aggiunge portavoce F2i su dossier Metroweb)

MILANO, 19 novembre (Reuters) - Telecom Italia si avvicina al prossimo consiglio con la consapevolezza di dover scegliere tra due opzioni, sviluppo in Brasile o sul mercato interno, che sarà difficile conciliare, a causa della scarsa flessibilità finanziaria del gruppo a meno che non decida per un aumento di capitale.

L'operazione sul mercato interno riguarda l'acquisizione della partecipazione di F2i in Metroweb che, se andasse in porto, realizzerebbe di fatto la joint venture con la Cassa Depositi e Prestiti e darebbe una forte accelerazione agli investimenti nella rete super veloce in fibra ottica.

Secondo un portavoce, Telecom "darà indicazioni in merito alla vicenda Metroweb nel comunicato che sarà diffuso venerdi' dopo la programmata riunione del consiglio di amministrazione".

I principali azionisti di Metroweb sono il Fondo Strategico Italiano, controllato dalla Cdp all'80%, e F2i, che ha la Cassa tra i principali sponsor.

Il presidente della Cassa Franco Bassanini ha assicurato oggi che ci sarà una gara, mentre un portavoce di F2i ha precisato che "non è stato avviato un processo di vendita" ma il fondo ha ricevuto delle manifestazioni di interesse informali che saranno esaminate nelle prossime settimane. .

Secondo alcune fonti, l'operazione vede Vodafone come concorrente di Telecom.

Una fonte non prevede tempi rapidi, anche perchè il nuovo amministratore delegato di F2i, Renato Ravanelli, ha intenzione di muoversi con cautela per massimizzare i ricavi. .

La fusione della controllata brasiliana Tim Participacoes con Oi aumenterebbe il debito di gruppo e ridurrebbe quindi la sua capacità di accelerare gli investimenti sul mercato interno. A meno di un aumento di capitale che gli attuali e i futuri azionisti sembrano poco disposti a sostenere.   Continua...