Ue, da M5s mozione sfiducia contro Juncker per tasse Lussemburgo

martedì 18 novembre 2014 15:47
 

ROMA, 18 novembre (Reuters) - Il Movimento 5 stelle ha annunciato oggi di aver presentato al Parlamento europeo una mozione di censura contro il presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker, per la vicenda dell'elusione fiscale da parte di grandi aziende europee grazie ad accordi con il Lussemburgo, di cui è stato premier per quasi 20 anni.

"A norma dell'articolo 119 del Regolamento, la mozione - sostenuta da un decimo dei deputati - verrà discussa e votata dal Parlamento Ue in seduta plenaria la prossima settimana a Strasburgo", dice un comunicato del gruppo M5s.

"Lo scandalo LuxLeaks dimostra che Juncker nella sua vita politica ha sempre agito nell'esclusivo interesse della sua appartenenza nazionale e che ha fatto arricchire il proprio Paese alle spalle degli altri partner europei, in spregio all'Unione e allo spirito comunitario che lui spera di rappresentare".

Diversi giornali hanno pubblicato nei giorni scorsi i risultati di un'inchiesta condotta dall'International Consortium of Investigative Journalists (Icij) in cui emerge una vasta elusione fiscale da parte di grandi aziende tramite accordi con il piccolo stato membro della zona euro.

Tra queste anche diverse società e banche italiane, oltre a colossi internazionali come Pepsi, Aig e Deutsche Bank.

Sul sito del Consorzio sono stati pubblicati più di 28.000 pagine di documenti riservati (bit.ly/1zwPjbv), tra cui centinaia di accordi fiscali privati concessi dal Lussemburgo alle imprese in cerca di un regime fiscale favorevole.

Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia