BORSE ASIA-PACIFICO - In calo mercato cinese, recupera Tokio

martedì 18 novembre 2014 08:50
 

INDICE                        ORE  8,30    VAR %    CHIUS. 2013
 ASIA-PAC.                     475,73       -0,28    468,16
 TOKYO                         17.344,06    2,18     16.291,31
 HONG KONG                     23.494,44    -1,27    22.656,92
 SINGAPORE                     3.305,67     0,52     3.167,43
 TAIWAN                        8.859,07     -0,28    8.611,51
 SEUL                          1.967,01     1,20     2.011,34
 SHANGHAI COMP                 2.457,53     -0,67    2.115,98
 SYDNEY                        5.399,69     -0,24    5.352,21
 MUMBAI                        28.197,07    0,07     21.170,68
 Le borse dell'area Asia-Pacifico hanno avuto andamenti contrastanti con Tokio
che ha chiuso in forte recupero dopo il crollo di ieri provocato cattivo
andamento dell'economia, e le borse cinesi in flessione più o meno accentuata.
    Intorno alle 8,30 italiane l'indice Msci dell'area Asia-Pacifico
, che non comprende Tokyo, scende dello 1,34%.
    HONG KONG e i mercati cinesi si sono mossi al ribasso. Gli investitori hanno
continuato a prendere profitto grazie del rialzo provocato dal debutto del nuovo
sistema di acquisti integrato delle borse cinesi. Ha pesato sull'andamento dei
mercati anche il calo dei prezzi delle abitazioni in Cina: ieri è stato
annunciato un -2,6% rispetto allo stesso periodo del 2013.
    Prada perde lo 0,31%.
    SHANGHAI ha chiuso in leggera flessione in una seduta dove le prese di
profitto sono state in buona parte compensate dagli acquisti degli investitori
esteri compiuto attraverso il 'trading link' che ha debuttato oggi. 
    Le azioni che ieri avevano hanno attratto i maggiori investimenti sul nuovo
sistema - Daqin Railway Co, Kweichow Moutai, SAIC Motor
, Ping An Insurance e Inner Mongolia Yili Industrial Group
 - oggi sono in calo per le prese di profitto.
    SINGAPORE è in flessione, dopo che le ultime due sedute di guadagni
l'avevano portata a sfiorare i massimi da due mesi. Le vendite hanno colpito
soprattutto il comparto bancario che aveva fatto molto bene la settimana scorsa.
DBS Group Holdings perde oltre l'1,7% e Oversea-Chinese Banking Corp
 lascia lo 0,2% dopo che venerdì aveva quasi toccato i massimi da un
anno.
    SYDNEY ha chiuso in calo dello 0,3% dopo che ieri aveva fatto registrare il
minimo delle ultime tre settimane e mezzo. A trascinare verso il basso il
listino sono stati i titoli del settore minerario che scontano i prezzi dei
metalli che hanno toccato il livello del 2009 a causa dell'eccesso di
produzione: BC Iron ha guidato il crollo facendo registrare un -10,3%,
Fortescue Metal Group ha lasciato il 6,6%.
    SEUL ha chiuso in rialzo del'1,2%. Il Won è scivolato rispetto al dollaro.
La valuta americana si è mossa sui massimi degli ultimi quattro anni, spinta
dalle aspetttive di ripresa sui mercato giapponese ed quelli europei.     
    
    Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news
anche su www.twitter.com/reuters_italia