Lucchini, scade domani limite per presentare offerte vincolanti

lunedì 17 novembre 2014 16:28
 

ROMA, 17 novembre (Reuters) - Scade domani il limite per presentare offerte vincolanti per l'acquisizione degli stabilimenti siderurgici Lucchini di Piombino, per cui finora si sono fatte avanti l'algerina Cevital e l'indiana Jsw Steel .

Il complesso siderurgico di Piombino impiega oltre 2.000 persone e può produrre 2,5 milioni di tonnellate di acciaio all'anno.

Secondo la Fim Cisl di Piombino, l'offerta di Cevital prevederebbe l'impiego di quattro treni di laminazione e di due forni elettrici per arrivare a 2 milioni di tonnellate di produzione di acciai speciali e ordinari, oltre alla realizzazione di una piattaforma logistica per tutto il Mediterraneo.

Per Mirko Lami, rappresentante Fiom alla Lucchini, "a noi interessa che venga in tempi brevi qualcuno interessato a produrre acciaio con il più grande numero possibile di lavoratori".

Un'altra proposta, avanzata da Federacciai, riguarda la realizzazione di un impianto per la produzione di preridotto (il cosiddetto Dri) in un'area portuale Lucchini - che potrebbe poi fornire materiale alla società che riprenderà la produzione di acciaio - ma per il momento non è stato ancora costituito il consorzio che dovrebbe promuovere l'investimento.

Il prossimo 21 novembre, ha riferito una fonte sindacale, il comitato di sorveglianza dovrebbe rendere noto qual è la miglior offerta ricevuta.

Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia