Concordia, Regione Toscana chiede 30 mln danni a Costa

lunedì 17 novembre 2014 15:59
 

FIRENZE, 17 novembre (Reuters) - La Regione Toscana chiederà 30 milioni di risarcimento danni a Costa Crociere per i danni di immagine subiti a seguito del naufragio della Concordia davanti all'isola del Giglio.

"Chiederemo a Costa trenta milioni di indennizzo per i danni di immagine subiti dalla Toscana", ha detto il presidente della Regione, Enrico Rossi, secondo quanto riferito in una nota.

Rossi è stato ascoltato come testimone questa mattina a Grosseto al processo per il naufragio della Costa Concordia, nel quale la Regione Toscana è parte civile.

"L'immagine del 'mostro' adagiato sugli scogli dell'Isola del Giglio - ha aggiunto Rossi secondo la nota - ha fatto il giro del mondo e si è impressa nell'immaginario collettivo. Questo ci danneggia. L'attrattività della Toscana ha subìto un duro colpo, tant'è che abbiamo registrato un calo del 13% nelle presenze turistiche al Giglio, calo che si è esteso a tutto l'Arcipelago con una riduzione del 7,5% e del meno 4% sull'insieme delle coste toscane".

Secondo la nota "è possibile stimare che la sola isola del Giglio nel periodo di presenza del relitto abbia perso circa 45.000 visitatori".

Rossi ha sottolineato che "per ricostruire l'immagine della Toscana come meta turistica d'eccellenza serviranno anni di lavoro, consistenti investimenti e costose campagne di comunicazione nazionali ed internazionali", perciò chiediamo "un equo indennizzo".

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia