Mps, per trasformazione servono investitori lungo termine -Viola

lunedì 17 novembre 2014 12:35
 

MILANO, 17 novembre (Reuters) - La mancanza di investitori di lungo periodo rende più difficile per Mps il processo di trasformazione e rilancio della banca.

Lo ha detto l'AD Fabrizio Viola intervento al convegno organizzato da Clifford Chance sul tema del controllo dei rischi.

"Siamo usciti dall'ultima ricapitalizzazione con un capitale molto frazionato e con investitori che non hanno una view di lungo periodo", dice Viola.

"La mancanza di investitori strategici con una visione a lungo termine rende difficile, in qualsiasi settore, condividere un percorso di trasformazione", aggiunge. Questi processi comportano infatti dei "rischi di execution" che devono essere sostenuti da investitori con una visione di lungo periodo e che non guardano solo al rendimento a breve, spiega l'AD.

Questo, sottolinea Viola, è ancora più necessario nel settore bancario in generale alle prese con problemi di sovraccapacità e cambiamenti nei comportamenti della clientela che impongono profonde trasformazioni. Un paragone possibile, ha spiegato, è quello della "metallurgia degli anni '80 dove bisogna fare molta trasformazione per uscire dalla crisi", dice.

Tornando nello specifico del Monte dei Paschi e alla profonda crisi attraversata in seguito agli scandali della precedente gestione, Viola ha spiegato che "la principale causa di questo mezzo disastro, per non dire un disastro" è stata "la mancanza di principi di check and balance" a livello di tutta la catena organizzativa. In sostanza la mancanza di un adeguato sistema di pesi e contrappesi che non ha consentito adeguati controlli.

"Nel corso di questi due anni e mezzo è stato fatto un lavoro serio e importante per fare in modo che i vari organi responsabili della gestione e controllo possano funzionare in modo armonico", ha concluso.

(Andrea Mandalà)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia