Borsa Usa consolida su massimi dopo dati macro misti, vola Virgin in debutto

venerdì 14 novembre 2014 18:30
 

NEW YORK, 14 novembre (Reuters) - L'azionario Usa è poco mosso a fine mattina anche a causa di dati macro contrastanti con le vendite al dettaglio migliori delle attese e i prezzi import che a settembre hanno registrato il calo peggiore degli ultimi due anni.

Inoltre l'indice di fiducia elaborato da Thomson Reuters e dall'Università del Michigan ha toccato il punto più alto da luglio 2007.

"E' un giorno di consolidamento e tutti sono concentrati sul greggio. Sta andando giù perché c'è una guerra sui prezzi o per le prospettive di un rallentamento ulteriore dell'economia globale?", spiega Peter Cardillo, capo economista di Rockwell Global Capital.

Intorno alle 18,25 italiane, il Dow Jones cede lo 0,10%, l'S&P 500 lo 0,02%, il Nasdaq sale dello 0,04%. Nei giorni scorsi Dow e S&P 500 hanno rinnovato i massimi storici.

Scarna la cronaca sui titoli: Baker Hughes sale dello 0,75% dopo aver annunciato colloqui preliminari per un'integrazione con la rivale Halliburton, in rialzo del 2,10%.

Virgin America, la compagnia aerea low cost del magnate Richard Branson, vola a +30% al suo debutto in borsa, sottolineando come tutto il settore tragga giovamento dal calo dei prezzi del carburante.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia