PUNTO 1-Ast Terni, trattativa serrata, si riprende il 18 novembre

venerdì 14 novembre 2014 16:55
 

* Governo auspica un "significativo" passo avanti martedì

* Sindacati: governo con noi su garanzie forni per 4 anni

* Azienda chiede ripresa attività, sciopero danneggia tutti (Aggiorna con posizione azienda)

ROMA, 14 novembre (Reuters) - Proseguirà martedì 18 novembre la trattativa tra governo, sindacati e azienda sulle acciaierie Ast Terni, controllate dalla multinazionale tedesca dell'acciaio Thyssen Krupp.

È quanto emerso al termine della riunione di oggi al Mise, convocata d'urgenza dopo che gli operai del sito ternano, in sciopero da oltre 20 giorni contro il piano di ristrutturazione di Ast, hanno occupato l'altro ieri l'autostrada A1 all'altezza di Orte, determinando una accelerazione del negoziato.

Secondo una nota unitaria dei sindacati, "dal confronto è emersa una posizione convergente del governo e delle organizzazioni sindacali sul mantenimento dell'attuale assetto produttivo dei due forni. Per questa ragione il governo ha chiesto all'Ast di togliere la pregiudiziale dei 24 mesi".

In sostanza, l'azienda garantisce che manterrà in attività entrambi i forni del sito - uno a piena capacità produttiva, e l'altro in funzione 5 giorni su sette - ma solo per due anni. I sindacati vogliono invece una garanzia per l'intera durata del piano industriale di quattro anni.

"Il governo auspica che il tavolo di martedì possa rappresentare un significativo passo in avanti per il futuro industriale dell'impianto di Terni", si legge in una nota del Mise.

I sindacati lunedì 17 saranno a Monaco per incontrare una rappresentanza del board di ThyssenKrupp ponendo le loro condizioni per raggiungere una intesa.   Continua...