14 novembre 2014 / 08:44 / 3 anni fa

PUNTO 3-UnipolSai batte stime con risultati terzo trimestre, titolo balza

(Aggrega pezzi, aggiunge dettagli)

di Andrea Mandalà

MILANO, 14 novembre (Reuters) - UnipolSai batte le attese degli analisti con i risultati del terzo trimestre 2014 che rendono scontato il superamento dei target sull‘intero anno.

Il mercato apprezza il lavoro svolto dal management nel lungo processo di integrazione con il gruppo Fosai e premia il titolo che registra la migliore performance del FTSE Mib.

Nei primi nove mesi dell‘anno la compagnia bolognese registra un utile netto consolidato di 593 milioni, già quasi in linea con l‘obiettivo fissato nel piano industriale di fine 2012 di 600 milioni.

Nonostante i risultati e l‘impatto positivo (110 milioni per UnipolSai e 74 mln per Unipol) realizzato con la cessione ad Allianz delle attività ex Milano Assicurazioni, il gruppo ribadisce la politica prudente improntata alla coperture dei costi straordinari e al miglioramento dei coefficienti patrimoniali.

In questo quadro conferma la politica di dividendi del piano industriale che vede un payout del 60-80% e esclude la distribuzione di un dividendo straordinario.

“Nei nove mesi UnipolSai ha già centrato gli utili che stimavamo sull‘anno”, commenta Equita Sim secondo cui “la sorpresa è da ricondurre in parte al combined ratio ed in parte alla gestione finanziaria”.

Mediobanca Securities sottolinea che Unipolsai ha battuto le attese in tutti i segmenti di business, anche i quelli diversificati “dimostrando gli sforzi nel rendere profittevoli gli asset non-core”.

Alle 17,00 circa UnipolSai segna un rialzo dell‘8,7% a 2,174 euro in un settore europeo piatto.

PIANO SEMPLIFICAZIONE CATEGORIE AZIONI IN FASE AVANZATA

Nel corso della conference call l‘AD Carlo Cimbri ha confermato l‘impegno di razionalizzare la struttura di capitale di UnipolSai che, in seguito alla fusione con Fonsai, vede oltre alle azioni ordinarie anche due categorie di risparmio.

Non c‘è invece alcuna intenzione di intervenire sulle azioni privilegiate della controllante Unipol né è all‘ordine del giorno un accorciamento della catena di controllo.

Tornando ai risultati dei nove mesi la raccolta premi sale del 7,8% a 11,88 miliardi di cui 6,05 miliardi nei Danni (-8,6%) e 5,83 miliardi nel Vita (+32,5%).

Il combined ratio, al netto della riassicurazione, è pari al 93,2% dal 92% dello scorso anno.

Il margine di solvibilità consolidato è pari al 173% del minimo richiesto dal 165% della fine del primo semestre.

Sul fronte finanziario UnipolSai prosegue il taglio del portafoglio strutturati, riducendolo di circa 1,5 miliardi a 2,89 miliardi nei nove mesi(era 5,3 miliardi circa a fine 2012) con una plusvalenza di 10 milioni.

Ha inoltre ridotto l‘indebitamento con Mediobanca per 750 milioni, ottemperando in anticipo alle disposizioni dell‘Autorità che prevedevano il rimborso di 350 milioni entro il 2015.

UnipolSai comunica inoltre che l‘Antitrust ha chiuso il procedimento di inottemperanza avviato il 19 febbraio ritenendo non sussistenti i presupposti per l‘erogazione di alcuna sanzione.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below