Wall Street, indici ritracciano da record, banche deboli

mercoledì 12 novembre 2014 17:19
 

MILANO, 12 novembre (Reuters) - Indici in ribasso oggi a Wall Street dopo che ieri Dow Jones e S&P 500 hanno chiuso sui nuovi massimi record per la quinta seduta consecutiva.

Sotto pressione i gruppi finanziari: i regolatori internazionali hanno multato cinque delle maggiori banche - incluse UBS AG , HSBC Holdings e Citigroup Inc - per 3,4 miliardi di dollari per non aver impedito ai propri trader di manipolare il mercato dei cambi.

Citigroup arretra dell'1% circa mentre l'indice S&P dei finanziari perde lo 0,6%.

"L'imposizione di multe da parte dell'autorità di controllo ha pesato di fatto sui titoli delle banche europee e come risultato il mercato qui sta seguendo in scia", ha detto Peter Cardillo, chief market economist di Rockwell Global Capital a New York.

La chiusura record di ieri del S&P 500 ha rappresentato il quarantesimo massimo record dell'indice quest'anno, rispetto ai 45 del 2013. Il S&P 500 ha guadagnato oltre il 9% dai minimi di sei mesi toccati ad ottobre, sostenuto da robusti dati macro e risultati societari incoraggianti. Da inizio anno è in rialzo di oltre il 10%.

Intorno alle 17,15 ora italiana il Dow Jones industrial average cede lo 0,34% a 17.555, il S&P 500 lo 0,3 a 2.033 e il Nasdaq Composite lo 0,2% a 4.651.

In controtendenza Macy's Inc dopo i risultati del terzo trimestre e il nuovo outlook per l'esercizio. Il paniere S&P relativo al retail viaggia poco mosso. Dopo la chiusura è in agenda la trimestrale di Cisco Systems.

Vola Susquehanna Bancshares Inc dopo l'accordo raggiunto per essere acquisita da BB&T Corp per circa 2,5 miliardi di dollari. Il titolo BB&T cede il 2,5%.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia   Continua...