PUNTO 3-Ast Terni, operai bloccano 4 ore Autostrada del Sole a Orte

mercoledì 12 novembre 2014 17:52
 

(Aggiunge riapertura autostrada)

ROMA, 12 novembre (Reuters) - Centinaia di operai della Ast di Terni hanno bloccato oggi per circa 4 ore l'A1 all'altezza di Orte, mentre va avanti a rilento la trattativa tra sindacati e azienda sul futuro delle acciaierie.

Il ministro dello Sviluppo economico, Federica Guidi, ha convocato i sindacati per domani nel pomeriggio, anticipando la convocazione che era prevista per martedì prossimo.

Dalle 13,00 fino a poco dopo le 17 sono rimasti chiusi il tratto compreso tra Magliano Sabina e Orte verso Firenze e quello tra Attigliano e Orte verso Roma, dice il sito del gruppo Autostrade per l'Italia. Alla riapertura del tratto si segnalavano ancora diversi chilometri di coda tra Orvieto e Attigliano in direzione Roma e tra Ponzano Romano e Magliano Sabina verso Firenze.

"Siamo venuti qui a manifestare. La polizia ci ha detto che la protesta deve essere limitata, vediamo che succederà. Non credo che resteremo qui ancora molto, comunque", ha detto per telefono Claudio Cipolla, segretario della Fiom Cgil di Terni.

La vertenza tra sindacati e Ast - proprietà del gruppo tedesco ThyssenKrupp - riguarda il taglio di costi chiesto dall'azienda anche attraverso riduzioni di personale, il mantenimento della capacità produttiva degli impianti ternani e gli investimenti aziendali.

Le trattative sono riprese dopo uno stallo di un mese e l'avvio da parte dell'azienda della procedura di messa in mobilità di oltre 530 dipendenti. Ma i lavoratori sono ancora in sciopero, da 22 giorni, e al momento non sembra esserci in vista una svolta, nonostante la nuova proposta di mediazione del governo.

Lunedì 17 i rappresentanti sindacali andranno a Monaco per un incontro con i vertici della ThyssenKrupp.

Il sottosegretario al Welfare Teresa Bellanova, che sta seguendo la vertenza, invita tutti, comprese le forze dell'ordine, "a mantenere i nervi saldi perché c'è molta tensione. Ognuno deve fare uno sforzo per non costruire su una vicenda sindacale una questione di ordine pubblico".   Continua...