Iren, sindaci sfiduciano Ad De Sanctis, cambio atteso a giorni, in pole Bianco

martedì 11 novembre 2014 12:36
 

MILANO, 11 novembre (Reuters) - Ci vorranno alcuni giorni, una settimana al massimo, per realizzare il cambio al vertice di Iren : i sindaci dei tre comuni azionisti della multiutility, Torino, Genova e Reggio Emilia, hanno sfiduciato l'attuale ad, Nicola De Sanctis, e il successore designato sarebbe Massimiliano Bianco, ex direttore generale di Acquedotto Pugliese e attuale direttore generale di Federutility.

Lo riferiscono due fonti vicine alla situazione.

Ancora incerta è la tempistica. L'occasione potrebbe essere il Cda di domani sul trimestre, ma, come riferiscono le fonti, non è detto che si faccia in tempo. E' possibile che ci sia bisogno di più giorni, almeno una settimana, per arrivare alla risoluzione del contratto di lavoro.

I rapporti fra De Sanctis e i sindaci dei tre comuni principali soci di Iren si erano deteriorati a inizio settembre, perché troppo freddo nell'integrare le tre macro aree su cui opera l'azienda: Emilia, Piemonte e Liguria.

Diversi i nomi che sono stati fatti, fra i quali anche quello di Gabriele Del Torchio, in procinto di lasciare l'incarico di AD Alitalia.

A questo punto incerta sarebbe anche la posizione dell'attuale vicepresidente Andrea Viero che l'anno scorso non riuscì a diventare AD per l'opposizione del sindaco di Gernova, Marco Doria. Nessun problema, invece, per il presidente Francesco Profumo.

Il cambio ai vertici giunge a poco più di un anno di distanza dalla riforma della governance, fortemente voluta dai sindaci per rendere più efficiente la gestione dell'azienda e allontanare la presa da parte delle amministrazioni comunali, ma che, evidentemente, sta iniziando a mostrare non poche crepe.

(Giancarlo Navach)   Continua...