BORSE ASIA-PACIFICO - Mercati in ribasso dopo slancio iniziale

martedì 11 novembre 2014 08:41
 

INDICE                        ORE  8,25    VAR %    CHIUS. 2013
 ASIA-PAC.                     479,71       -0,20    468,16
 TOKYO                         17.124,11    2,05     16.291,31
 HONG KONG                     23.798,74    0,23     22.656,92
 SINGAPORE                     3.294,59     -0,19    3.167,43
 TAIWAN                        9.034,14     -0,18    8.611,51
 SEUL                          1.963,00     0,24     2.011,34
 SHANGHAI COMP                 2.470,59     -0,12    2.115,98
 SYDNEY                        5.517,10     -0,12    5.352,21
 MUMBAI                        27.838,49    -0,13    21.170,68
    
    Seduta incerta oggi per gran parte delle borse dell'area Asia-Pacifico, con
l'indice regionale che ha oscillato a lungo tra territorio positivo e negativo e
Tokyo che invece ha chiuso con un rialzo superiore al 2%, dopo le voci su un
possibile rinvio dell'aumento della tassazione sulle vendite.
    Intorno alle 8,25 italiane l'indice Msci dell'area Asia-Pacifico
, che non comprende Tokyo, cala dello 0,2%, a 479,71 punti.
    SHANGHAI ha inizialmente segnato il massimo da oltre tre anni e mezzo sulla
scia dell'annuncio di ieri delle autorità di borsa per l'avvio di un progetto
pilota che prevede investimenti incrociati tra il mercato azionario locale e
quello di HONG KONG. 
    Ma l'impatto positivo si è perso nelle ultime ore di contrattazione e anche
il CSI300, che raccoglie il meglio dei titoli di Shangahi e Shenzhen - che era
arrivato a guadagnare oltre 1,3% - è passato in negativo. Hong Kong ha invece,
almeno in parte, tenuto. Prada in leggero rialzo.
    TAIWAN ha chiuso in negativo, nonostante l'andamento positivo dei titoli
legati all'elettronica, dopo i risultati migliori delle attese nel terzo
trimestre di Pegatron, fornitore di Apple.
    SEUL ha chiuso in rialzo dello 0,24%, risentendo ancora in positivo
dell'annuncio di accordo di libero scambio tra Corea del Sud e Cina, con i
titoli legati all'export - come Hyundai Motor - a spingere verso l'alto il
mercato.
    SYDNEY ha chiuso in lieve ribasso a causa della debolezza dei titoli legati
ai metalli, alle miniere e all'energia, che ha offuscato la scia positiva di
Wall Street.
    
    
Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su
www.twitter.com/reuters_italia