Telecom detta condizioni vendita Tim Brasil, integrazione Oi con riserva

venerdì 7 novembre 2014 15:24
 

MILANO, 7 novembre (Reuters) - Telecom Italia detta le condizioni per una possibile vendita della controllata Tim Brasil, ma apre anche a un'integrazione con Grupo Oi se ci sarà l'opportunità e con tutte le riserve legate alla necessità di mantenere la disciplina finanziaria.

Lo ha detto l'AD Marco Patuano nella conference call con gli analisti per la presentazione dei risultati dei 9 mesi.

"Esplorare questa importante opzione strategica è obbligatorio", ha detto Patuano, rispondendo a un analista che chiedeva se fosse da escludere l'acquisizione, una fusione o una joint venture con Grupo Oi, che, ad agosto di quest'anno, ha dato mandato di studiare un'offerta per Tim.

"Ma come ho già detto la disciplina finanziaria e la creazione di valore sono la nostra stella polare", ha aggiunto. "Se c'è un'opportunità di sicuro intendiamo esplorarla, dobbiamo rispondere ai nostri azionisti. Sarei felice di analizzare una buona opportunità per creare valore".

Diversi analisti temono che un'integrazione con Oi finisca per essere negativa per il gruppo a causa dell'elevato debito dei due operatori.

Telecom Italia ha perso quasi due punti percentuali in pochi minuti dopo la dichiarazione di Patuano su Oi, per recuperare negli scambi successivi.

Sarebbe lo stesso Grupo Oi, con il sostegno probabile di America Movil, a lanciare un'eventuale offerta su Tim, che alcune fonti considerano imminente.

Patuano premette che la strategia del gruppo é quella di rimanere in Brasile, ma che per "sedersi a un tavolo" per trattare l'eventuale cessione di Tim Brasil é necessario vengano rispettate alcune condizioni.

Per quanto riguarda il prezzo bisogna guardare agli ultimi accordi; e l'ultimo é quello realizzato su GVT, che ha valutato la società 11 volte l'Ebitda, multiplo che porterebbe il prezzo del 100% di Tim Brasil a circa 20 miliardi di euro.   Continua...