A2A e Linea Group aperte a percorso comune, interesse per Terni e clienti E.On

giovedì 6 novembre 2014 15:03
 

MILANO, 6 novembre (Reuters) - A2A e Linea Group, la multiutility di Cremona e Pavia, hanno avviato un confronto ai fini di una possibile aggregazione che potrebbe essere anche allargata ad Acsm-Agam e ad altre realtà minori, come Gelsia, della Lombardia.

Inoltre la superutility lombarda è interessata agli asset che E.ON intendere cedere in Italia e segnatamente per l'idrico, il portafoglio clienti e sta ragionando anche sul termoelettrico.

A dirlo i due numeri uno dell'azienda, il presidente Giovanni Valotti, e l'Ad Valerio Camerano, in una call con i giornalisti sui risultati dei nove mesi.

"A Brescia si è svolta una riunione informale con alcuni dei sindaci dei comuni azionisti di Lgh, in cui sostanzialmente ci si è informalmente confrontati su possibili sviluppi di A2A e di Linea Group", ha detto Valotti.

"Da parte di entrambi c'è un'apertura a sviluppare percorsi. Come A2A abbiamo un disegno che favorisca le aggregazioni su basi territoriali abbastanza innovativo, capace di coniugare la creazione di valore industriale, ovvero prezzi competitivi, sinergie ed economie di scale, con una adeguata rappresentatività dei territori", ha aggiunto.

Quanto all'ipotesi che A2A possa procedere a un'aggregrazione anche a tre, Valotti ha detto: "Stiamo ragionando a spettro molto ampio, non abbiamo preclusione verso l'apertura inzialmente su scala regionale e in Lombardia ci sono: A2A Acsm Agam, Linea Group e il mondo Gelsia e Seregno. Non c'è un tavolo operativo a oggi e non abbiamo preclusioni a sviluppare progetti su base più ampia".

Per quanto riguarda la gara per gli asset di E.On Italia, l'Ad, Valerio Camerano, ha sottolineato che A2A "sta partecipando al contesto di gara con accesso anche alla data room. Abbiamo dichiarato interesse per il nucleo idro di Terni e abbiamo dichiarato il nostro interesse per il portafoglio clienti della società. Valuteremo credo con un interesse industriale ciò che accade sugli asset termoelettrici di E.On. Abbiamo richiesto approfondimenti che sono in corso e siamo interessati a valutare l'esito di questa gara per quanto riguarda il termoelettrico".

(Giancarlo Navach)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia   Continua...