Mps, governo si attivi contro ipotesi fusione - sindacati

giovedì 6 novembre 2014 14:01
 

SIENA, 6 novembre (Reuters) - I sindacati chiedono al governo di Matteo Renzi di intervenire sul dossier Mps, per scongiurare l'ipotesi di una fusione della banca senese con un altro istituto di credito, per la quale spingerebbe invece l'Unione europea.

Lo ha detto Antonio Damiani della Fisac Cgil, uscendo dall'incontro dalle rappresentanze sindacali di Banca Mps con l'Ad Fabrizio Viola.

Il cda ha approvato ieri un piano di ricapitalizzazione da 2,5 miliardi per coprire il deficit di capitale emerso nel test della Bce e il rimborso di tutti gli aiuti di Stato in anticipo sulle scadenze.

I sindacati si dichiarano soddisfatti dell'incontro in quanto Viola avrebbe confermato che la ristrutturazione della banca esclude al momento ricadute sul personale. Ma paventano questo rischio, invece, nell'ipotesi di una fusione.

"Poi c'è, in divenire, l'impostazione della Ue che spinge per un'ipotesi di fusione che non è collegata all'aumento di capitale, né ai risultati degli stress test", ha detto Damiani.

Quella dell'Europa, secondo Damiani, "è una sorta di moral suasion a intraprendere una strada non utile per Mps, perché alla banca bastano i sacrifici fatti e i progetti in corso. Con questa impostazione europea deve fare i conti il governo".

L'esecutivo di Renzi, per i sindacati, "dovrà cominciare a svolgere un ruolo. E' inammissibile che continui a voltarsi dall'altra parte".

Mps ha ricevuto 4,1 miliardi di aiuti di Stato negli anni scorsi. Il piano approvato ieri prevede il rimborso degli 1,07 miliardi di euro che ancora non erano stati restituiti al Tesoro, in anticipo sulle scadenze previste fino al 2017.

Dopo l'esercizio della Bce, il ministro dell'Economia Piercarlo Padoan ha detto che le esigenze di capitalizzazione di Mps e Carige saranno coperte "mediante la mobilizzazione di risorse private", escludendo la possibilità di nuovi aiuti di Stato.

Il piano di ricapitalizzazione sarà sottoposte alla Bce e alla Commissione europea per il loro via libera e la dimensione finale dell'aumento di capitale, spiega la banca, sarà definita in funzione dell'approvazione definitiva dal parte delle competenti autorità.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia