BORSE ASIA-PACIFICO - Mercati misti tra attese Bce, post mid-term Usa

giovedì 6 novembre 2014 08:35
 

INDICE                        ORE  8,30    VAR %    CHIUS. 2013
 ASIA-PAC.                     477,60       -0,05    468,16
 TOKYO                         16.792,48    -0,86    16.291,31
 HONG KONG                     23.664,04    -0,13    22.656,92
 SINGAPORE                     3.294,80     0,22     3.167,43
 TAIWAN                        8.891,02     -0,80    8.611,51
 SEUL                          1.936,48     0,26     2.011,34
 SHANGHAI COMP                 2.425,81     0,27     2.115,98
 SYDNEY                        5.506,11     -0,21    5.352,21
 MUMBAI                        27.915,88    0,20     21.170,68
 
  6 novembre (Reuters) - Mercati asiatici in ribasso con le commodity sotto
pressione, a indicare un persistere dei timori sul rallentamento dell'economia
globale, mentre Tokyo interrompe la serie positiva seguita agli annunci di un
ulteriore allentamento monetario della Banca centrale.
    Sul fronte europeo c'è nervosismo per il board della Bce. Il presidente
Mario Draghi potrebbe mettere un freno alle mosse espansive per l'opposizione
interna al quantitative easing.
    La vittoria dei repubblicani nelle elezioni Usa di Mid-term spinge il
dollaro e il Dow Jones che ieri ha chiuso a circa +0,6%. 
    Intorno alle 8,30 italiane l'indice Msci dell'area Asia-Pacifico
, che non comprende Tokyo, segna -0,05%.
    Le piazze cinesi chiudono in lieve rialzo invertendo il trend negativo
grazie ai titoli ferroviari e tecnologici sugli annunci di politiche a favore di
questi settori da parte di Pechino.
    SHANGHAI ha chiuso in rialzo dello 0,3% mentre HONG KONG è in
leggerissima flessione su prese di profitto (Prada guadagna mezzo
punto).
    Chiusura in rialzo di 0,26% per SEUL, mentre il won ha chiuso
sostanzialmente piatto recuperando dal tonfo seguito all'annuncio governativo di
far muovere la valuta in linea con lo yen.
    SIDNEY ha chiuso in flessione di 0,2% su vendite dei bancari e sulla
flessione dei costi del ferro che hanno spinto al ribasso i titoli minerari.
    TAIWAN chiude in ribasso di 0,8% su cautela degli investitori in
attesa delle trimestrali delle principali società.
    
    Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. 
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia