Wall Street in rialzo dopo voto metà mandato, Adp, Dow tocca record

mercoledì 5 novembre 2014 17:00
 

NEW YORK, 5 novembre (Reuters) - Indici in rialzo a Wall Street con il Dow Jones che ha toccato un nuovo massimo record dopo che il partito Repubblicano, come atteso, ha preso il controllo del Senato alle elezioni di metà mandato e dopo un aggiornamento più robusto del previsto dal mercato del lavoro.

Poco prima delle 17 ora italiana, il Dow Jones sale dello 0,2% a 17.417,75 punti dopo aver segnato un record storico ai massimi di seduta. Lo S&P 500 avanza dello 0,25% a 2.017,42 e il Nasdaq Composite è poco mosso a 4.620,56 punti.

Energetici in denaro dopo le recenti vendite in scia al deprezzamento del greggio, sceso ai minimi degli ultimi tre anni: aiutano le attese che la maggioranza repubblicana possa adottare nuove misure a sostegno del settore, come l'approvazione di nuovi oleodotti e gasdotti e la riforma delle leggi sull'esportazione di greggio e gas naturale.

"Sembrava che alcuni risultati elettorali potessero essere incerti e che avremmo potuto non sapere chi avrebbe controllato il Senato ma alla fine i risultati sono stati molto chiari", ha detto John Carey, portfolio manager di Pioneer Investment Management a Boston. "Questa è una buona notizia per i settori che sono soggetti a questioni regolatorie".

Gli occupati sono cresciuti di 230.000 unità a ottobre, oltre le attese e al massimo da giugno secondo le anticipazioni del rapporto Adp sull'occupazione nazionale. I numeri di Adp fanno ben sperare per venerdì, quando è in agenda il cruciale dato definitivo sull'occupazione.

In evidenza Time Warner, che ha annunciato un'accelerazione dei ricavi del 3%. Ben comprata Activision Blizzard, che ieri ha rivisto al rialzo le stime per l'esercizio. Sotto pressione viceversa FireEye, che ha fornito una previsione di ricavi largamente inferiore alle stime del mercato. TripAdvisor è il titolo peggiore dello S&P 500 all'indomani di risultati deludenti.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia