Italia, Pil 2015 salirà 0,5%, modesto impulso da manovra - Ref

mercoledì 5 novembre 2014 11:19
 

MILANO, 5 novembre (Reuters) - L'economia italiana, dopo una chiusura del 2014 in calo dello 0,3%, salirà dello 0,5% nel prossimo anno senza poter contare su un grande impatto delle misure contenute nella legge di Stabilità.

A dirlo è Ref.ricerche nella sua pubblicazione trimestrale sulla congiuntura europea.

"L'impulso fiscale della manovra all'economia è comunque modesto; la manovra è difatti 'espansiva' soltanto nei confronti dello scenario tendenziale a legislazione vigente. D'altra, parte non è agevole produrre esiti determinanti in termini di espansione della domanda se ci si ritrova nella condizione di non poter incrementare il livello del deficit pubblico" scrivono gli economisti milanese.

Ref esprime qualche dubbio sul ribasso del deficit/Pil 2015 al 2,6% come recentemente concordato con la Commissione europea.

"Considerando che la manovra presenta delle criticità in funzione di alcune coperture (dimensione dei tagli alla spesa degli enti locali e del recupero di gettito atteso derivare dalla lotta all'evasione fiscale) è probabile che si riesca a stento a restare al di sotto della soglia del 3%" spiega il rapporto.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia