BORSE ASIA-PACIFICO - Mercati in calo su timori Cina

mercoledì 5 novembre 2014 08:53
 

INDICE                        ORE  8,40    VAR %    CHIUS. 2013
 ASIA-PAC.                     478,67       -0,68    468,16
 TOKYO                         16.937,32    0,44     16.291,31
 HONG KONG                     23.651,71    -0,81    22.656,92
 SINGAPORE                     3.287,69     0,19     3.167,43
 TAIWAN                        8.962,60     -0,30    8.611,51
 SEUL                          1.931,43     -0,19    2.011,34
 SHANGHAI COMP                 2.420,40     -0,42    2.115,98
 SYDNEY                        5.517,88     -0,04    5.352,21
 MUMBAI                        27.889,83    0,11     21.170,68
 
    5 novembre (Reuters) - Nuovo calo per le borse asiatiche, dopo una serie di
sondaggi che indicano nuovi timori per il rallentamento della crescita in Cina e
che hanno fatto scendere ancora le quotazioni del petrolio.
    Il dollaro e i futures sugli stock Usa sono invece in rialzo, sull'onda
della peraltro preannunciata vittoria elettorale dei repubblicani negli Usa per
il voto di mid-term, che ha dato loro anche il controllo del Senato.
    Intorno alle 8,40 italiane l'indice Msci dell'area Asia-Pacifico
, che non comprende Tokyo, perde lo 0,68%. La debolezza dello
yen, che favorisce i titoli legati all'export, ha invece contribuito al rialzo
della borsa giapponese, che in chiusura ha toccato i massimi da sette anni.   
    HONG KONG è la piazza peggiore, soprattutto a causa delle prese di
profitto, anche se i titoli legati all'energia hanno limitato le perdite dopo
che l'authority di settore ha annunciato un progetto per l'energia ad altissimo
voltaggio.
    Pesa in negativo sul mercato anche l'indice Pmi sull'attività delle imprese
private, calato a 47,7 in ottobre dal 48,9 di settembre, toccando i minimi da 37
mesi. Sopra i 50 punti l'indice segnala una fase di espansione economica.
    SHANGHAI è in perdita, come del resto l'indice CSI300 dei principali
titoli di Shangahi e Shenzen.
    "L'indice si sta aggiustando, fa fronte alle pressioni delle prese di
profitto", dice  Wang Weijun, analista di Zheshang Securities a Shanghai,
aggiungendo che le previsioni sono che l'indice resti sui livelli recenti mentre
gli investitori hanno un atteggiamento attendista sulle blue chip.
    "Per adesso, il sostegno più importante per l'indice sono le azioni blue
chip, ma c'è bisogno ancora di tempo per capire il potenziale dei titoli".
    In perdita anche SEUL, mentre il won ha toccato i minimi da 9 mesi.
Gli investitori sudcoreani aspettano di vedere anche le mosse della Banca
centrale europea, che si riunirà domani sulla politica monetaria. 
    Recuperano invece in fine giornata Singapore e Mumbai.
    
Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su
www.twitter.com/reuters_italia