Ue, Renzi: Italia sa cosa fare, l'ho detto a Barroso e Juncker

martedì 4 novembre 2014 19:51
 

ROMA, 4 novembre (Reuters) - L'Italia va in Europa a testa alta e non è disposta a farsi dare la linea da Bruxelles, secondo il premier Matteo Renzi.

"In Europa ce la stiamo giocando, non l'abbiamo vinta né persa ma stiamo facendo dei goal. E' cambiato il clima per l'Italia, in Europa non vado a dire 'per favore ascoltateci', non vado con il cappello in mano. Non vado a Bruxelles a farmi spiegare cosa fare e l'ho spiegato anche a Barroso e Juncker", ha detto Renzi in una intervista a Ballarò di Rai3, secondo una anticipazione.

Oggi il neo presidente della Commissione Ue, Jean-Claude Juncker ha detto a Renzi che l'esecutivo di Bruxelles non è una 'banda di burocrati' ma una istituzione legittima come i governi dei singoli Stati membri.

Renzi, al termine del Consiglio Ue di ottobre, aveva dichiarato che non si farà dettare la linea dei "tecnocrati di Bruxelles".

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia