Eni a break even raffinazione, gas e chimica nel prossimo biennio - Descalzi

martedì 4 novembre 2014 15:14
 

MILANO, 4 novembre (Reuters) - Eni punta a portare a break even nel prossimo biennio i business che sono attualmente in perdita, come il Gas and Power, il refining and marketing e la chimica, attraverso il taglio dei costi.

A dirlo è l'Ad della major petrolifera italiana, Claudio Descalzi, nel corso dell'audizione presso la commissione Industria del Senato presieduta da Massimo Mucchetti.

"Dal 2009 a oggi a livello di risultato operativo il settore gas di Eni ha perso 2 miliardi, la raffinazione 6 miliardi e la chimica 2,3 miliardi circa. Dal 2009 la perdita è di circa 10 miliardi, perdite costanti alle quali bisogna rispondere con una nuova strategia basata su una nuova organizzazione", ha spiegato Descalzi che ha evidenziato come l'unico settore trainante dell'Eni, l'Esplorazione e Produzione, ha fruttato 71 miliardi di euro di utile operativo nel periodo.

Secondo il manager, serve "un focus maggiore per sviluppare ulteriormente il business che dà risultati, poi bisognerà portare a pareggio i business che hanno perso, come raffinazione marketing, il gas e riuscire a trasformare la chimica per portare anche lei a pareggio. Si tratta di obiettivi nel biennio".

"Occorre tagliare i costi, serve un'efficienza dei costi. Fare meglio quello che facciamo ed essere più focalizzati su quello che facciamo".

(Giancarlo Navach)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia